Impianti d’irrigazione

L’irrigazione è quel processo di distribuzione artificiale dell’acqua alle piante, per consentire una corretta crescita là dove le precipitazioni sono irregolari o addirittura assenti. Le tecniche d’irrigazione introdotte dall’uomo hanno permesso l’espansione delle superfici dedicate all’agricoltura, consentendo la proliferazione di intere popolazioni, in ogni epoca storica.

Attualmente i metodi di irrigazione si possono dividere in quattro grandi categorie:

  1. Irrigazione per sommersione
    sommersioneutilizzata principalmente per quelle colture che richiedono abbondanza e persistenza di forti quantitativi di acqua, come il riso ad esempio. Si permette all’acqua di soggiornare al di sopra del livello del terreno per lunghi periodi. Si può fare soltanto nei terreni perfettamente livellati. Per fare ciò, l’agricoltore deve disporre di canali di acqua a breve distanza. Un’altra variante di questo metodo, detta anche sommersione a conche, è utilizzata per i frutteti; vicino ai tronchi delle piante, infatti, vengono scavate delle conche e riempite di acqua.
  2. Irrigazione per infiltrazione lateraleorto-irrigazione-scorrimento-infiltrazione-laterale
    consiste nel fare scorrere lungo i solchi, costruiti ai lati delle piante, l’acqua senza che questa fuoriesca dal condotto. Funziona anche se il terreno non è perfettamente in piano; le colture per questo tipo di irrigazione sono il mais e quasi tutti gli ortaggi.
  3. Irrigazione per aspersioneaspersione
    consiste nell’irrorare l’acqua direttamente sul terreno, consumandone di meno e controllando meglio il flusso della stessa. In genere si utilizzano per le colture estensive e a pieno campo.
  4. Irrigazione a goccia
    Irrigazione-a-gocciail metodo più recente, innovativo e interessante ai fini di un risparmio di acqua oggi giorno fondamentale. Esso consente di rilasciare piccole quantità d’acqua, in maniera costante, direttamente sul punto interessato (apparato radicale o vicino ai tronchi delle piante); sicuramente il metodo che consente un risparmio altissimo di acqua perché non la disperde nei punti indesiderati.

progetto_irrigazione

 

Con queste premesse tenendo presente molteplici fattori, quali la coltura, l’area da irrigare, il microclima, le portate e le pressioni dell’acqua di cui disporre, si potrà progettare un impianto d’irrigazione efficiente e adeguato alle esigenze richieste.